Carissimi,

stiamo vivendo un momento di emergenza a cui non eravamo preparati. Le disposizioni che ci sono giunte ci spingono a scegliere nuove forme per vivere la Quaresima, accettando questa situazione anomala come la croce che il Signore ha posto sul nostro cammino in queste settimane.

 quaresima 2020 comunicazioni corona

Facendo quindi seguito ai vari decreti formulati in data 4 marzo 2020 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal nostro Arcivescovo, con gli Operatori Pastorali abbiamo preso alcune decisioni in merito alle modalità da adottare per lo svolgimento del programma della Quaresima.

1. Per quanto riguarda le Via Crucis del venerdì sera restano confermate all'orario stabilito dal programma, ma si svolgeranno tutte in Chiesa fino a nuova disposizione, in modo da poter garantire con più facilità l'osservanza delle misure di sicurezza previste in questo tempo di emergenza;

2. La Celebrazione Eucaristica resta confermata, chiedendo a tutti (soprattutto alle famiglie dei ragazzi della Catechesi) di cercare di scegliere per quanto possibile anche di partecipare ad altre Messe e  non concentrarsi solo in quella delle ore 11.00. Con gli Operatori Pastorali, per facilitare un po' questa situazione, avevamo pensato di suddividere i ragazzi della catechesi in questo modo, lasciando comunque la libera scelta, purché si salvaguardi la partecipazione alla Messa (ad oggi l'unico momento per poterci incontrare):

- il sabato sera i ragazzi delle Scuole Medie e del Primo Superiore;

domenica mattina alle ore 11.00 i ragazzi della 4-5 elementare (che continueranno in questo modo il cammino di preparazione alla Prima Comunione);

domenica sera i bambini della 1-2-3 elementare.

3. La Prima Confessione, prevista per domenica 29 marzo, considerata la sospensione delle attività di catechesi e quindi non avendo un tempo congruo per la preparazione immediata dei ragazzi viene rimandata a data da destinarsi;

4. La Peregrinatio Crucis prevista per questo tempo di Quaresima nelle famiglie continuerà in forma privata secondo il calendario stabilito. Ogni famiglia si regolerà su come vivere questo momento e, se ritiene opportuno o meno accogliere altre persone in casa;

5. Il pranzo comunitario previsto per domenica 22 marzo è annullato;

6. Ad oggi restano confermati tutti gli altri appuntamenti (Esercizi Spirituali di Comunità e pellegrinaggio a Squinzano), salvo ulteriori disposizioni.

In questo momento difficile per tutta la nostra Nazione, come cristiani siamo chiamati a mantenere ancora più viva la nostra fede, alimentando la speranza pregando il Signore perché ogni cosa si risolva nel migliore dei modi.

Sant'Antonio Abate ci accompagni questo momento.

Grazie a tutti per la collaborazione,

don Riccardo